Omaggio al celebre Tre Ponti del 1867.

Con il Free Bridge e il Free Bridge Infinity Edition – ha dichiarato il CEO di Girard-Perregaux, Patrick Pruniaux – i nostri maestri orologiai hanno rivisitato i celebri Ponti dell’azienda, presentati per la prima volta negli anni Sessanta del XIX secolo. Il design degli orologi è stato rielaborato in chiave contemporanea e futura. Lo stile di ogni modello è sorprendente e,nonostante la tecnica di esecuzione delle due referenze, questi orologi rimangono relativamente accessibili”. Il Free Bridge e il suo “gemello”, il Free Bridge Infinity Edition, sono muniti di un caratteristico ponte a forma di freccia, il Neo Bridge, situato alla base della platina principale. La geometria di questo ponte riprende l’iconico design di quello a forma di freccia tipico della Maison, ma allo stesso tempo reinterpreta le strutture contemporanee tipiche dell’architettura. In riferimento al movimento, i maestri orologiai di La Chaux-de-Fonds hanno rivisitato il collaudato calibro di manifattura  GP01800, arricchendolo di tecnologia all’avanguardia.

La Casa ha infatti utilizzato il silicio per realizzare lo scappamento e alcuni componenti del bilancier. Non soggetto a corrosione, il silicio non è influenzato da variazioni di temperatura, è leggero e meno sensibile ai campi magnetici: tutti elementi che comportano una serie di vantaggi per l’utente. Ancora una volta, Girard-Perregaux ha saputo sfruttare la capacità del silicio di assumere forme complesse, utilizzando questo materiale all’avanguardia per creare non solo lo scappamento, ma anche un grande bilanciere ad inerzia variabile. La maggior parte degli orologi è dotata di una racchetta che altera la lunghezza effettiva della spirale del bilanciere, facendo accelerare o rallentare il movimento. Con un bilanciere a inerzia variabile, la lunghezza della spirale del bilanciere è fissa e la marcia viene modificata spostando le massette di regolazione. Il vantaggio di questo approccio è che il bilanciere è più stabile e meno sensibile agli urti. Il design aerodinamico e il grande diametro aumentano ulteriormente la precisione. A differenza del tradizionale vetro zaffiro, entrambi i modelli sono dotati di un box in vetro zaffiro di nuova concezione, con una caratteristica forma bombata.

Free Bridge

L’apertura del movimento, tra ore 6 e ore 12, illumina i componenti a vista. Il movimento invertito offre sul lato quadrante una vista inedita di vari componenti, spesso non visibili, tra cui il bilanciere, lo scappamento e il bariletto posizionato nella parte superiore del quadrante. Il calibro GP01800-1170, a carica automatica, perpetua la tradizione di alta orologeria dell’azienda ed è impreziosito da motivi a Côtes de Genève, smussatura, sabbiatura e una decorazione a chiocciola. Tra le specifiche dell’edizione Infinity troviamo anche una massa oscillante in oro rosa 18 carati. Il simbolo dell’Aquila della Maison inciso sul calibro attesta che si tratta di un movimento di Manifattura.Sia il Free Bridge che il Free Bridge Infinity Edition sono dotati di un ponte delle ore che attira lo sguardo verso il bariletto e il bilanciere. Sul Free Bridge, il ponte delle ore è satinato e smussato a mano, mentre quello del Free Bridge Infinity Edition è realizzato in onice, un materiale dalla tonalità di nero particolarmente scura e intensa. Il ponte delle ore è caratterizzato da linee rette che contrastano con le linee ad arco della cassa.

Il Free Bridge è ospitato in una cassa in acciaio da 44 mm; la cassa del Free Bridge Infinity Edition, in edizione limitata a 88 esemplari, è invece sottoposta a trattamento DLC.