Da cuscinetto a sfere a orologio

Il modello Cuscinetto di Tonino Lamborghini risale al 1983, quando la Casa creò uno dei suoi primi esemplari prendendo ispirazione da un elemento meccanico: il cuscinetto a sfere per l’appunto. L’orologio fu ideato utilizzando una speciale lunetta girevole bidirezionale, caratterizzata da un design che richiama l’elemento meccanico utilizzato per ridurre l’attrito di rotazione tra due oggetti in movimento (rotatorio o lineare) tra loro. 36 anni dopo, il figlio di Tonino, Ferruccio, insieme al designer Fulvio Locci, ha ridisegnato la cassa in titanio con viti Torx, disponibile in cinque diverse varianti di colore, adottando un nuovo movimento e inserendo una fibbia déployante personalizzata a corredo del cinturino in pelle e gomma intercambiabile.

Il cuscinetto a sfere simboleggia il DNA del brand: un marchio italiano che si è ispirato al suo patrimonio meccanico per innovare con stile, eleganza e audacia. La cassa in titanio satinato da 42 mm è impermeabile fino alla pressione di 10 atmosfere e il quadrante è protetto da un vetro zaffiro antiriflesso.

Il movimento impiegato, meccanico a carica automatica, è il calibro Sellita SW200-1 (28.800 alternanze/ora, 26 rubini, riserva di carica di 38 ore), Swiss Made. Prezzo: 1.900 euro.