Si è svolta il 5 novembre a Milano la premiazione dell’edizione 2020 dell’Orologio dell’Anno, importante riconoscimento istituito dalla rivista L’Orologio, che da 27 anni è espressione del gusto degli appassionati italiani in fatto di orologi.

Come tradizione vuole, sono 12 gli esemplari selezionati dai lettori fra i 36 proposti dalla nostra redazione, in base a contenuto tecnico, stile e qualità delle realizzazioni, ognuno appartenente a una specifica categoria: Solotempo, Cronografo, Orologio Subacqueo, Tourbillon, Orologio Complicato, Design, Savoir-Faire, Nuovi Materiali, Calendari, Orologio Donna, Nuove Tecnologie, Rapporto Qualità/Prezzo.

Alla rivista L’Orologio e al sito orologioblog.net è stato assegnato il compito di invitare i lettori a votare online i modelli in nomination. Ad accogliere l’invito quest’anno sono stati in 13.914 che attraverso le loro preferenze hanno decretato il primo classificato in ogni categoria.

RobertaMuraro – Vicenzaoro

Ai tradizionali premi Orologio dell’Anno assegnati dai lettori si è aggiunto anche quest’anno il riconoscimento assegnato da L’Orologio Club – esclusivo circolo di appassionati creato dalla rivista L’Orologio – determinato dai voti dei 54 iscritti, che hanno eletto il loro Orologio dell’Anno fra tutti i modelli nominati.

I VINCITORI

Solotempo

Patek Philippe

Calatrava 6007A-001

Laura Gervasoni Patek Philippe

Vince la concorrenza degli altri autorevoli candidati un Calatrava fuori dai ranghi, con cui il brand rivoluziona la sua collezione più classica, anche se nei confini di un’edizione limitata. L’indiscutibile savoir-faire di Patek riesce a fare centro anche con un allestimento stilistico insolito, in acciaio e con un quadrante decisamente moderno.

5.920 voti

Cronografo

Omega

Speedmaster Moonwatch 321

Matteo Convenevole per Omega

Una conferma in questa categoria per una vera icona orologiera quale è lo Speedmaster. Non solo tra i cronografi. Il fascino della riedizione dello storico calibro 321, oggi ricreato addirittura partendo da una scansione digitale dell’orologio appartenuto all’astronauta Gene Cernan, conquista il cuore dei lettori, che ne hanno decretato il successo.

7.003 voti

Orologio Subacqueo

Rolex

Oyster Perpetual Submariner

Il preferito dai diver (e non solo da loro). Guadagna il gradino più alto del podio con la versione aggiornata dell’allestimento più puro e tecnico, senza data, confermando il brand quale caposcuola nell’ambito della modellistica subacquea. Convincenti gli aggiornamenti stilistici e tecnici. Primo fra tutti, il calibro di nuova generazione.

6.426 voti

Tourbillon

Corum

Lab 02

Mauro Coppo per Corum

Il pubblico premia le soluzioni stilistiche e meccaniche di un’ottima interpretazione moderna del tradizionale tourbillon. La visione della Casa si traduce in un intero sistema di ingranaggi volanti, perfettamente visibili come in una radiografia del movimento. Un bel risultato per una marca outsider per il nostro premio, soprattutto in una categoria in cui solitamente dominano brand di più lunga tradizione.

7.756 voti

Orologio Complicato

Vacheron Constantin

Dody Giussani consegna il premio per Vacheron Costantin a Barbara Giannuzzi Comunicazione
Barbara Giannuzzi

Les Cabinotiers, Grand Complication Astronomique – Inno alla musica

Seconda vittoria consecutiva di Vacheron Constantin nella categoria tra le più significative dell’alta orologeria. Anche quest’anno la Casa dà prova di grandi capacità meccaniche e tecniche, riunendo insieme, in un unico orologio, ben 19 complicazioni. Un capolavoro che non ha avuto rivali.

7.233 voti

Design

TAG Heuer

Dody Giussani consegna il premio a Vittorio Colalillo per TAG Heuer

x Fragment Design Heuer 02

Nella categoria che premia la creatività di stile, si aggiudica il primo posto un esemplare concepito in collaborazione con un guru dello streetwear: il designer giapponese Hiroshi Fujiwara. Inedita interpretazione – in chiave minimalista – del cronografo Formula 1 di TAG Heuer, la veste ridisegnata da Fujiwara va oltre l’anima racing dell’orologio, per fargli assumere una nuova e audace identità.

5.009 voti

Savoir-Faire

Glashütte Original

Marco Del Carro – Glashütte Original

PanoLunar Tourbillon – Limited Edition

Vincitore nella categoria Savoir-faire, conquista gli appassionati per le sapienti lavorazioni artigianali, la complessità tecnica e un design che è diventato un segno di riconoscimento. Con un quadrante e un movimento riccamente incisi a mano e l’esclusività di un tourbillon volante.

6.983 voti

Nuovi Materiali

Panerai

Francesco Viola per Panerai

Trionfa in questa categoria un brand che ha puntato tutto su esclusività e ricerca, ottenendo il podio con una prima assoluta in orologiera: un materiale ottenuto a partire da fibre naturali ed eco-sostenibili, dalle straordinarie proprietà fisiche e meccaniche. Certamente incide l’impiego della Fibratech sul modello che è la bandiera della Casa: il Luminor.

7.792 voti

Calendari

Jaeger-LeCoultre

Master Control Calendar

Chiara Medici ritira il premio da Dody Giussani

I nostri lettori scelgono la purezza delle linee e la pulizia formale di un triplo calendario con fasi lunari, moderna interpretazione di una specialità di Jaeger tra gli anni ’40 e ’50. Che beneficia oggi di implementazioni tecniche come lo scappamento in silicio e una riserva di carica fino a 70 ore. È la conferma di un’importante e varia identità di una marca che non si identifica più solo con il Reverso.

5.870 voti


Orologio Donna

Chopard

Happy Moon Chopard

Nella categoria dedicata alle signore vince un orologio che ha saputo rivelare, oltre 25 anni fa, il lato ludico dei diamanti. Oltretutto con l’idea, allora inedita, di unirli alla sportività dell’acciaio. Creazione che si è dimostrata vincente e che è diventata un segno di riconoscimento nella modellistica femminile.

5.667 voti

Nuove Tecnologie

Garmin

fēnix 6 Pro Solar Titanium Carbon Gray DLC

Il premio va a un brand che ha coniugato una grande esperienza nel settore degli smartwatch al pregio dei materiali e del design. Vince con uno orologio smart di alta gamma, tecnicamente evoluto, con il valore aggiunto di una tecnologia innovativa che sfrutta l’energia solare per prolungarne l’autonomia.

5.334 voti

Rapporto Qualità/Prezzo

Mido

Ocean Star Decompression Timer 1961

Claudia Samarati ritira il premio per Mido

New entry in questa categoria, e a buon diritto, la marca vince con un subacqueo tecnico, impermeabile fino a 20 atmosfere, con vetro zaffiro tipo “glassbox”, riserva di carica fino a 80 ore e spirale in silicio. Non guasta il design, che riprende quello di un modello degli anni ’60. Decisamente concorrenziale per 1.150 euro.

4.812 voti

Premio Speciale L’Orologio Club

Piaget

Altiplano Ultimate Concept

La scelta del nostro Club di lettori e collezionisti cade su un classico dell’eleganza ultrapiatta da record. Che, dopo quattro anni di sviluppo sul prototipo, testando soluzioni tecniche per un livello di miniaturizzazione senza precedenti, è diventato l’orologio meccanico più sottile al mondo oggi sul mercato.

Per informazioni: Valentina Ronchi – Tel. 377.5559037 – valentina@dgedizio